fotografie di Sanzia Milesi - clic su aggiorna per visualizzare una nuova immagine HOMEPAGE
FORMAZIONE
TELEVISIONE
APPUNTI
CONTATTI
PROGETTI
DOCUMENTARIO
LINKS
Registrazione: Tribunale di Monza n. 676 del 28/11/1988
Responsabile di redazione: Mauro Roffi
www.millecanali.it
logo millecanali
Millecanali è una testata periodica specializzata, a cadenza mensile del gruppo Sole 24 Ore. Rivista del settore audiovisivo, si occupa di emittenza radiotelevisiva italiana, tecnologia digitale e multimedialità.
UN GEMELLAGGIO CON RADIOUNO
ottobre 2010 (numero 404)
Gli argomenti. Musicultura edizione 2010.

Musicultura, già Premio Recanati, festival di musica popolare e d'autore contemporanea. Quest'anno la kermesse marchigiana ha chiuso la sua ventunesima edizione, a Macerata dal 18 al 20 giugno. Lo spettacolo è ripreso dalle telecamere della Rai e presentato sul palco dal popolarissimo Fabrizio Frizzi, che riconferma la propria presenza dopo la conduzione dello scorso anno. Ad affiancarlo nelle interviste agli interpreti finalisti, in un defilato parterre che intanto permette il cambio scena agli attrezzisti e strumentisti per i nuovi artisti in gara, Carlotta Tedeschi e Gianmaurizio Foderaro di Radio1Rai. Emittente che ha condotto la sua paziente opera di selezione fin qui.
UN PATRIMONIO DA SFRUTTARE
settembre 2010 (numero 403)
La radio. Storia, realtà e prospettive di Radio Popolare.

Prendere il racconto delle cose per come le si vedono, una buona dose di autonomia, un linguaggio non stereotipato, aggiungere il coinvolgimento degli ascoltatori quanto basta, ed un pizzico di diretta. Amalgamare assieme. È pronta la ricetta di Radio Popolare, trentaquattro anni di “glocal ante litteram”. E in questo 2010, consolidati gli ingredienti, tanto altro bolle in pentola... Il network raccontato dall'amministratore delegato Sergio Serafini e dal direttore Danilo De Biasio. Contenuti e strategia economica di un'emittente "partecipata" dagli ascoltatori.
UN MEZZO SEMPRE PIU' VITALE
luglio - agosto 2010 (numero 402)
La radio. Al festival di giornalismo di Perugia.

Innanzitutto, cos'è la radio? Ma poi anche qual è il suo futuro. Potrà mai resistere agli attacchi di web e televisione? E ancora, microfoni aperti. Emozioni sonore. Infotainment. Emergenze da coprire sul campo. Persino Twitter e i Social Network... Queste sono solo alcune delle riflessioni che si sono lanciate alla IV edizione del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, in occasione della tavola rotonda “La radio, mamma di tutte le all news”. Al tavolo dei relatori: Giuseppe Cruciani (“La Zanzara”, Radio24); Gabriele Fontana (corrispondente per l'Italia di RSI); David Willey (inviato BBC); Antonio Preziosi (direttore dei giornali RadioRai e di Radio1); moderatore il giornalista Paolo Poggio.
IL PREMIO NAZIONALE GIUSEPPE FAVA
giugno 2010 (numero 401)
Le rubriche. Primo piano.

Alla prima edizione il “Premio Nazionale per il giornalismo, la democrazia e la legalità”, intitolato a Giuseppe Fava. Organizzato in Abruzzo dall'Associazione Società Civile, già promotrice del Premio Borsellino, ed anch'esso articolato in modo itinerante con 30 incontri su 10 giornate per 7 Comuni. “Pippo” Fava, giornalista siracusano classe 1925, assassinato dalla mafia nel 1984. Dopo gli esordi all' “Espresso Sera” e il successo come sceneggiatore, Fava prese in mano la direzione del “Giornale del Sud” e successivamente fondò la rivista indipendente “I Siciliani”. Ma la sua attività antimafia finì una sera di gennaio freddata da sicari all'interno della sua Renault5.
RADIO FRAGOLA, FRESCA DI STAGIONE
giugno 2010 (numero 401)
Emittenza locale. Friuli-Venezia Giulia: Radio Fragola.

Solo “matti” in onda alla radio, per un’ora di salute mentale radiodiffusa, “dove prendono la parola esclusivamente persone che hanno, hanno avuto o avranno un problema di salute mentale”. Questo è “La Terra è blu”, trasmissione condotta da Massimo Cirri, storica voce di “Caterpillar” su Radio2Rai, che qui mette in onda le sue doti di istrionico mattatore, ma anche di psicologo ai servizi sanitari di Milano. Il programma è trasmesso ogni mercoledì mattina dalle antenne della triestina Radio Fragola (104.5-104.8) ed è fruibile a tutti grazie al network nazionale di Radio Popolare, ma anche a streaming online e podcast.
UN PRESTIGIOSO ANNIVERSARIO
gennaio 2010 (numero 396)
Gli argomenti. Il 50esimo Festival dei Popoli.

Il cinquantenario del Festival dei Popoli di Firenze. La primogenitura come manifestazione tutta dedicata al documentario, il patrimonio costituito dall’Archivio. Luciano Barisone, direttore del Festival dei Popoli, non si scoraggia del cronico deficit delle finanze da destinare alla cultura cinematografica e, con sguardo positivo, analizza le avvisaglie di svolta degli “Stati generali del documentario italiano” a Palermo di un anno fa. E da quest'anno il Premio Solinas affiancherà il Festival “in un percorso comune teso a sostenere il presente e il futuro del cinema documentario d’autore in Italia”.
LA "SIGNORA" DELLA TELEVISIONE
gennaio 2010 (numero 396)
Gli argomenti. I protagonisti radio-tv: Enza Sampò

Nata a Torino il 14 febbraio 1939, Enza Sampò debutta sui teleschermi nel 1957. Da allora, non ha più abbandonato la conduzione televisiva in Rai e non è mai approdata a lavorare per la televisione commerciale. Cresciuta con la grande scuola di programmi come “Campanile sera”, è così arrivata all'oggi diventando una settantenne piacevole e piacente, ancora in grado di farsi spazio nei palinsesti con un modo di presentare al pubblico sempre pacato e intelligente. A ragione, è lei, a detta di molti, la signora della televisione italiana. Un onore, adesso che di signore in tv se ne vedono ben poche.
IL GIORNALISMO "COLLETTIVO"
gennaio 2010 (numero 396)
La televisione. Da Minoli arriva "Citizen Report".

Giovanni Minoli, direttore di Rai Educational, le scommesse televisive è abituato a farle quando sa di vincere. Il “Report” più noto, quello di Milena Gabanelli su Rai3, gli deve i natali. Nel frattempo, il padre di “Mixer” ha puntato su tanto altro: da “Elisir” a “La storia siamo noi”, dal precursore in salsa bolognese dei reality-tv “Davvero”, alle fiction made in Italy, “Un posto al sole” e “Agrodolce”. Oggi, a più di quindici anni di distanza da allora, torna con un'altro esperimento, “Citizen Report”, per portare sulla tv generalista il giornalismo partecipativo del mondo del web con "Citizen Report".
REPORT ANNO 13
novembre 2009 (numero 394)
La televisione. Il ritorno in onda di Milena Gabanelli.

“Santa Milena dei videottisti”, così ebbe a definirla Aldo Grasso sul Corsera nel lontano '95, è ancora sulla notizia. Dopo un tira e molla (vinto) con la televisione di Stato italiana che voleva togliere la tutela legale al programma, Milena Gabanelli è tornata in prima serata con la tredicesima edizione delle inchieste di “Report”. Le nuove puntate, la storia del programma, il gruppo dei videogiornalisti freelance, trattati al fianco di share e cause in tribunale, di uno dei programmi di inchieste giornalistiche tv più amati dal pubblico italiano.
IL RICONOSCIMENTO A MILENA GABANELLI
novembre 2009 (speciale Tv d'Oro 2009)
Il Premio Tortora. Vincono Milena Gabanelli e Fabrizio Gatti.

Si aggiunge al medagliere di “Report” il riconoscimento che Millecanali e la famiglia di Enzo Tortora hanno deciso di tributare a Milena Gabanelli, il “Premio Tortora”, quest'anno alla sua prima edizione. La premiazione, che riconosceva l'impegno sociale del lavoro di Milena e anche di Fabrizio Gatti de' L'Espresso, si è svolta nell'ambito della Serata di Gala ”Concorso Tv d'Oro 2009” a Bibione.
TEMPI DURI PER IL GIORNALISMO
ottobre 2009 (numero 393)
Gli argomenti. Il premio Ilaria Alpi 2009.

Non dimenticare, ma anche essere d'esempio. Si potrebbe riassumere in questi due impegnativi precetti la formula che ha consentito al Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi di giungere nel 2009 alla sua quindicesima edizione, dal 18 al 20 giugno al nuovo Palacongressi di Riccione. Con un occhio al passato, dunque, alla grinta e alla professionalità di un'inviata come Ilaria, e con uno sguardo al futuro, per essere da pungolo a tutta una generazione di giornalisti del piccolo schermo, giovani e non, che svolgono con dedizione il proprio ruolo di cronisti.
LA PICCOLA CNN MARCHIGIANA
settembre 2009 (numero 392)
La televisione. Tv Centro Marche alla prova del digitale.

La sfida futura dello switch off per la transizione al digitale e quella quotidiana per il mantenimento della leadership analogica nel panorama televisivo marchigiano. Alla guida di Tv Centro Marche ormai da un trentennio, Osvaldo Boni, ingegnere meccanico prestato con successo al mondo della comunicazione, non nasconde la propria preoccupazione per l'incognita del cambiamento alle porte, conscio di poter comunque contare su solide fondamenta.
RADIO ARANCIA NETWORK: IL PRESENTE E IL PASSATO
luglio agosto 2009 (numero 391)
Emittenza locale. Marche: Radio Arancia Network.

Pioniera della radiofonia nel lontano 1976, Radio Arancia Network, con sede in Ancona nelle Marche, si è certo aggiornata al contemporaneo interagendo con il mondo, per nulla virtuale, del web. Ne parla il direttore ai programmi, Alessandro Manoni, tra rilancio dell'emittente e questione Audiradio.
STEREO 101: LE RAGIONI DELLA CHIUSURA
giugno 2009 (numero 390)
Emittenza locale. Marche: Radio Stereo101.

Ha chiuso i battenti, lasciando il suo spazio nell'etere della città di Pesaro, in cui aveva iniziato le trasmissioni nel lontano marzo del 1976, cedendo in marzo le proprie frequenze a Rtl 102,5, che a sua volta ha concesso la diffusione su Urbino alla vicina Radio Fano. Radio Stereo 101 da fine febbraio non c'è più. Roberto Bagazzoli, consulente e poi dipendente alla radio dal 2000 al 2006, ne ricorda con dovizia di particolari e delicata nostalgia gli ultimi anni di programmazione e la figura centralissima di Marcello Paolinelli, deceduto in settembre e che, con immutata familiarità, chiama per nome.
UNA SEDE IPER-TECNOLOGICA
aprile 2009 (numero 388)
La radio. Il rilancio di Veronica Hit Radio.

Due piani, oltre 450 metri di superficie, di proprietà dell'emittente gli studi di Veronica Hit Radio, a Pesaro, nella nuova zona del business e del divertimento a due minuti dall'uscita dell'autostrada e ad altrettanti dal centro cittadino. Veronica Hit Radio punta a diventare “da super station del centro Italia a Network della Riviera Adriatica” e gioca la carta degli investimenti e della tecnologia per fare un passo in avanti in termini di potenziamento del marchio. Impegnati in questa scommessa l'editore Roberto Sabatini e il nuovo direttore artistico Andrea Schianini, in arte Dj Thor.
TRA SPORT E CULTO DELLA MEMORIA
marzo 2009 (numero 387)
Gli argomenti. I protagonisti radio-tv: Claudio Ferretti.

Claudio Ferretti, radiocronista sportivo, a sua volta figlio del celebre Mario Ferretti. Nato a Roma nel 1943, è entrato in Rai come collaboratore nel 1963, vincendo poi il concorso per radiotelecronisti nel 1968. È diventato noto al pubblico come una delle voci di “Tutto il calcio minuto per minuto”. In seguito è passato alla televisione, come conduttore della principale edizione del TG3 nazionale e infine per i programmi della terza rete, "Anni azzurri", "Telesogni" e "L'una italiana". Una lunga carriera giornalistica che ora sembra vogliano seguire anche i suoi figli.
TUTTE LE SPINE DEL MESTIERE
gennaio 2009 (numero 385)
La televisione. I protagonisti della tv: Riccardo Iacona.

Riccardo Iacona si racconta e parla del suo ruolo di giornalista attivo, che non ha paura di esplicitare il proprio punto di vista. Dall'ultimo impegno in televisione, con la breve serie di reportage “La guerra infinita”, partendo dagli esordi. Romano classe 1957, dal 1987 in Rai è con Michele Santoro, da “Samarcanda” a “Sciuscià”, dall'emittenza pubblica a Mediaset. Nel 2006, come giornalista e autore televisivo, in solitaria, realizza le inchieste di “W l'Italia” e nel 2007 di “Pane e politica”. Tra ricordi e spiegazioni, il senso dei suoi "reportage emotivi".
RADIO SABBIA: UN CAMMELLO IN RIVIERA
gennaio 2009 (numero 385)
Emittenza locale. Emilia-Romagna: Radio Sabbia.

Radio Sabbia, con sede a Riccione in Emilia Romagna, vive il suo trentaduesimo compleanno ancora oggi ritratta dal logo del cammello disegnato agli esordi da Bonvì, senza aver smesso di sfruttare la propria immagine storica di simbolo dell'estate in Riviera. Claudio Dondi, amministratore dell'emittente, racconta gli esordi di questa storica radio commerciale nata nell'anno d'oro della liberalizzazione dell'etere, fiducioso nell'affrontare le intemperie del mercato.
IL SUDAMERICA IN REDAZIONE
dicembre 2008 (numero 384)
Gli argomenti. Italo Moretti: una vita in Rai.

Nato a Perugia nel '33, Italo Moretti entra in Rai nel 1966, prima come radiocronista e poi come inviato speciale in America Latina, narrando golpe e regimi militare di Cile, Argentina e Uruguay, poi ancora di Nicaragua e Salvador. Nel 1976 arriva alla redazione del Tg2 e una decina di anni dopo continua la sua carriera al Tg3, dove è direttore nel 1995. Attualmente è presidente della giuria del premio giornalistico radiotelevisivo Ilaria Alpi, che premia i migliori talenti del reportage nazionale e internazionale d'inchiesta. In pensione dal 1998, rimane un autorevole osservatore del panorama informativo dell'attuale televisione italiana.
TEATRO, CULTURA, VIDEO
ottobre 2008 (numero 382)
Communications. Il TTV Festival di Riccione 2008.

Intervista ad Enrico Vaime, premio alla carriera del TTV Festival di Riccione, ideato da Franco Quadri, nel settembre 1985 con la sigla, “Teatro Televisione Video”, scelta a riprova della volontà di proporre video, programmi televisivi, film e altri media riguardanti le arti sceniche: teatro, danza e opera contemporanea. Vaime, fine commentatore degli usi e costumi italiani sulle frequenze di Radio2Rai con “Black out” e autore di poliedrici successi, ultimamente è in onda su La7 a “Omnibus” con una rubrica di costume in cui racconta con lucida ironia l’attualità del Bel Paese.
TV E GIORNALISMO A RICCIONE
settembre 2008 (numero 381)
Gli argomenti. L'ultima edizione del Premio Ilaria Alpi.

Anche quest'anno per la 14esima edizione del festival Ilaria Alpi di Riccione, una settimana di incontri, proiezioni, spettacoli e mostre all'insegna del giornalismo impegnato, affinché il sacrificio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, così come di tanti altri reporter purtroppo, non sia avvenuto invano. Il premio nasce a Riccione nel 1995 per volontà dell'associazione Comunità Aperta, che da allora dedica alla giornalista Rai uccisa in Somalia uno dei più importanti momenti di riflessione sul giornalismo d'inchiesta in Italia.
MATRIMONIO CON GLI ASCOLTATORI
luglio - agosto 2008 (numero 380)
La radio. Il Cateraduno di Caterpillar a Senigallia.

Vanno in onda dal lunedì al venerdì alle 18 sulle frequenze di Radio2Rai in inverno e vanno in spiaggia con la festa dei loro radioascoltatori in estate. Si è svolto anche quest'anno, a Senigallia in provincia di Ancona, il Cateraduno, al suo decimo anniversario. Una settimana che ogni volta chiama a raccolta il pubblico con incontri e musica. Nel 2009 lo slogan è stato “Sì, lo voglio”. Massimo Cirri e Filippo Solibello, conduttori del programma, hanno infatti celebrato su delega del sindaco ben 100 matrimoni.
L'ASSALTO AL CIELO SENESE
diembre 2003 (numero 329)
Le news.

"Mi manca la terra", XII edizione del Visionaria International Film Festival di Siena nel 2003. Parte dalla memoria "la lotta per la cultura della differenza e dell'alterità" di questa rassegna, presieduta da Alessandro Benvenuti e diretta da Mauro Tozzi. Apposite giurie con specifiche competenze settoriali hanno valutato cortometraggi e documentari, al fianco del premio assegnato dal pubblico e della mostra sulla scuola di animazione bulgara.
© Sanzia Milesi, Wednesday 22 May 2019